Editoriale Top

NUOVA REDAZIONE

Questo numero speciale, da me curato, inaugura una nuova Redazione di Fedic Magazine. Per mandato della FEDIC continuo a firmarlo io come Responsabile avvalendomi come Redattore di Maurizio Villani e per la grafica e l’impaginazione di Lorenzo Bianchi Ballano, che ringrazio per aver accettato il mio invito.

Anche a nome della FEDIC ringrazio Giuseppe Mallozzi, che finora ne era stato Redattore, per il suo fattivo contributo.

Fedic Magazine continuerà ad occuparsi delle attività svolte dalla FEDIC e dai suoi Cineclub. A tal proposito invito i Presidenti dei Cineclub ad inviare al mio indirizzo di posta elettronica (paolomicalizzi@gmail.com) un resoconto mensile, in forma di articolo, dell’attività svolta sia dal  Cineclub che dai Soci. Fedic Magazine intende anche, onde sottolineare l’attività dei suoi Autori, pubblicare una nuova Rubrica che renda conto delle nuove opere che essi hanno realizzato a partire dal 1 gennaio 2020 o che stanno realizzando. E lo vuol fare dando la parola agli Autori per illustrarcele nelle loro linee essenziali raccontandoci scopo, contenuti, contributi tecnici e quant’altro possa essere utile per meglio conoscere l’opera in oggetto: una trentina di righe, al massimo (ma se necessario anche di più), con allegate due-tre foto del Set. Sarà un modo per sottolineare la vitalità di una Federazione che ha nella produzione dei Cortometraggi (ma anche lungometraggi se vengono realizzati) un importante punto di forza. Non ci fermerà però qui, perché altre idee possono essere proposte e la Direzione di Fedic Magazine è pronta a vedere come attuarle.

Su Fedic Magazine naturalmente ci sarò sempre spazio per articoli di carattere culturale che riguardano il Cinema in generale, mettendo in evidenza Autori (intendendo non solo registi ma anche attori e professionalità varie), tematiche, problematiche e quant’altro, riferite non solo al Cinema italiano. E riporterà alla luce, sia per un discorso storico che per ricordarli, anche Autori che hanno resa prestigiosa la Fedic, le cui opere sono conservate nella Cineteca Fedic depositata all’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea. Vorremmo dare spazio anche alla Tecnica e se qualcuno vuole proporsi per curare, in tal senso, un’apposita Rubrica è il benvenuto.

Man mano che si procederà altre le idee potranno venire alla Ribalta. Fedic Magazine è pronto a recepirle.
Attendiamo fiduciosi.

Buona lettura.

 

Paolo Micalizzi