News

70° Italia Film Fedic: la Giuria

La Giuria della 70^ edizione di Italia Film Fedic è composta dal regista Luca Verdone, dall’attrice Milena Vukotic e dallo storico del cinema Alfredo Baldi.

LUCA VERDONE
Nato a Roma il 5 Settembre 1953, ha studiato Storia dell’Arte laureandosi nel 1978 in Lettere Moderne. Dal 1973 è regista di documentari e programmi televisivi. Dal 1977 in poi ha allestito alcune regie liriche per importanti stagioni operistiche e dal 1986 è anche regista di lungometraggi (Sette chili in 7 giorni, La Bocca, Il piacere di piacere, La meravigliosa avventura di Antonio Franconi). Nel 1978 ha pubblicato per la collana “Dal soggetto al film” dell’editore Cappelli “Per un pugno di dollari” di Sergio Leone. Nel 1989 ha pubblicato per Gremese editore una monografica su Alessandro Blasetti, con introduzione di Gian Luigi Rondi. Nel 2008 ha pubblicato un saggio sulla pittura di Vincenzo Camuccini, artista neoclassico romano, per Edilazio editore.


MILENA VUKOTIC
Nata a Roma nel 1935. Più volte candidata al David di Donatello. Attrice di cinema e teatro. Ha lavorato con i più grandi della scena internazionale. Scelta da grandi registi italiani come Federico Fellini (Giulietta degli Spiriti, 1967; Tre passi nel delirio, 1968); Mario Monicelli (Amici miei, 1975; Amici miei – Atto II, 1982), Ettore Scola (L’Arcidiavolo, 1966; La terrazza, 1982). E poi ancora Pasquale Festa Campanile, Nanni Loy, Alberto Lattuada, Dino Risi, Mauro Bolognini e Damiano Damiani, arriva a recitare perfino accanto ad Elizabeth Taylor e Richar Burton ne “La Bisbetica domata” (1967) di Franco Zeffirelli. Indimenticabile nell’interpretazione della signora Pina, moglie di Fantozzi, nonna Enrica in “Un medico in famiglia” e sorprendente nella recente dinamica partecipazione a “Ballando sotto le stelle”.


ALFREDO BALDI
Nato a Roma nel 1943. Ha lavorato dal 1968 al 2007 al Centro Sperimentale di Cinematografia. Studioso di Storia e tecnica del cinema, collaboratore di trasmissioni televisivi della Rai, organizzatore di produzioni cinematografiche, è stato docente di Linguaggio cinematografico all’Università La Sapienza di Roma. Ha pubblicato su riviste specializzate un centinaio di articoli e saggi, soprattutto sul cinema italiano, ed è autore e curatore di una dozzina di volumi. Sulla censura cinematografica in Italia, della quale è studioso dagli anni ’70, ha pubblicato due volumi, nel 1994 e nel 2003. Nel 2008 e nel 2010 ha curato con Silvio Celli due numeri speciali di “Bianco e Nero” dedicati alla storia del Csc. Nel 2013 è uscito il suo libro “Le nove vite di Valentina Cortese”.