News Top

Grande successo per “Il Cinema che Cresce”

L’evento nazionale “Il cinema che cresce” organizzato da Laura Biggi, presidente del cineclub Gruppo Cineamatori delle Apuane e responsabile nazionale Fedic Scuola, si è tenuto a Carrara nei giorni 15 e 16 novembre. Come da programma, venerdì mattina al cinema Garibaldi ha avuto luogo la giornata conclusiva del XVI Fedic Scuola Film Festival . Numerosissime le classi intervenute per assistere alle proiezioni dei migliori cortometraggi realizzati da diversi istituti scolastici di tutta Italia. (circa 450 persone che occupavano interamente la platea e gran parte della galleria). Molte le scolaresche provenienti da diverse città: Prato, Reggio Emilia, Bologna e piccole delegazioni di docenti e studenti dal veneto e dalla Calabria hanno potuto visionare cortometraggi realizzati tecnicamente molto bene e con tematiche attuali.

La mattinata si è aperta con il saluto del sindaco prof. De Pasquale che si è complimentato per l’iniziativa promossa dai cineamatori apuani di cui già anni fa come docente ha potuto apprezzare l’operato. Primo film fuori concorso “Elisir (Ajò!) cortometraggio realizzato lo scorso luglio nell’ambito del Campus NaturalmenteCinema a Cagliari, presente Pio Bruno presidente del cineclub Fedic sardo ed autore del cortometraggio che ha incontrato nuovamente alcuni giovani interpreti di Carrara.

Presenti in sala anche figure professionali del cinema con la c maiuscola come il regista Luigi Parisi presidente di giuria del festival che oltre a premiare i film vincitori, sabato 16 alle ore 9.30 ha tenuto la masterclass ” La realtà attraverso l’obiettivo”. Parisi collabora come docente di cinema con prestigiose scuole tra cui l’accademia degli artisti. Oltre a esporre in breve alcune delle tecniche cinematografiche, ha fornito informazioni sui ruoli e rapporti tra le persone sul set. Ha narrato episodi significativi della sua esperienza professionale e mostrato alcuni video in cui lo vediamo dirigere grandi interpreti come Giancarlo Giannini, Gabriel Garko e Virna Lisi. Il regista Parisi ,grande appassionato di horror già da bambino, ha presentato al pubblico un breve backstage del prossimo lavoro che lo vede al fianco di Dario Argento nella realizzazione di una serie televisiva per Netfix di cui non vuole svelare troppo.

Il consigliere regionale Giacomo Bugliani è intervenuto nella sessione pomeridiana ed ha ribadito l’importanza di promuovere e sostenere in modo costante eventi culturali.

Altro grande del cinema d’animazione lo storico autore Nedo Zanotti che con Cavandoli, ideatore de “LA LINEA” di una nota pubblicità ha condiviso l’esperienza di “Carosello” famoso programma del secolo scorso.
Nedo ha mostrato ai presenti alcuni dei suoi lavori che sebbene datati risultano più che mai attuali. I ragazzi sono apparsi coinvolti ed interessati hanno applaudito, battendo le mani a ritmo di musica e posto domande su tecniche di animazione e tempi di realizzazione. Nedo che spiritosamente si definisce un “vecchio dinosauro” è in realtà un eterno bambino, almeno nell’animo e sa istaurare da subito rapporti interpersonali schietti e diretti. Nei suoi cortometraggi ha affrontato sempre con grande ironia tematiche importanti e di satira sociale, ha analizzato e presentato per decenni il quotidiano di ognuno di noi.

La maratona di cinema di venerdì è proseguita con la proiezione del lungometraggio RWANDA presentato da Massimo Gardini giovane direttore della fotografia. Il film prodotto nel 2018 da Marco Cortesi e Riccardo Salvetti, autori Fedic del cineclub 16corto di Forlì e presentato alle Giornate degli Autori di Venezia ha ottenuti numerosi e prestigiosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. Ispirato ad un precedente prodotto teatrale il film ripropone uno dei genocidi più drammatici della storia dell’umanità, avvenuto nel 1994, in cui gli Hutu sterminarono i Tutsi. Di grande impatto emotivo, la vicenda ha tenuto con il fiato sospeso il pubblico che si immedesimava con gli sfortunati protagonisti ingiustamente perseguitati.

Altro lungometraggio presentato ad opera di due giovani autori italiani Emanuele Valla e Dario D’Ambrosio, girato interamente in America in lingua inglese è “Twelve conversations”, un film poetico che nell’era della velocità e dei social riscopre il valore dell’attesa e del dialogo. Il film è stato molto apprezzato per la tecnica, i contenuti e le musiche soprattutto da docenti e studenti del liceo linguistico che hanno potuto assaporare pienamente i dialoghi originali.

Altissimo il gradimento del pubblico e degli ospiti per questi due giorni dedicati al cinema indipendente.
In rappresentanza dell’ufficio scolastico provinciale è intervenuta Gessica Caniparoli che si è complimentata con il Gruppo Cineamatori delle Apuane per i 20 anni di attività di formazione e produzione cinematografica con istituti scolastici ed associazioni culturali impegnate nel sociale come Anffas e Telefono Azzurro.

 

MOTIVAZIONI FEDIC SCUOLA FILM FESTIVAL

PREMIO GIURIA SCOLASTICA AL CORTOMETRAGGIO
“LOST IN PRATO” GRAMSCI- KEYNS PRATO ins. COCCHI
Premia Pio Bruno Presidente del Cineclub Fedic Cagliari

PREMIO IMPEGNO SOCIALE
“RIFUGIO” Sc.Media Balletti di Quattro Castella (RE) ins. Settembrino
Consegna il premio il sindaco Prof. De Pasquale /
Presidente Fedic Lorenzo Caravello
Per l’idea intelligente dell’argomento trattato e per l’eccellente riuscita corale degli studenti che hanno dimostrato un’alchimia di recitazione sempre attenta e mai banale.

PREMIO PRIMO CIAK IL CINEMA CHE CRESCE al giovanissimo autore Fausto Alongi per il film
“1440” Liceo Scientifico Palmi (RC)
Consegna il premio Gessica Caniparoli USP Massa Carrara
Per il soggetto originale e per aver realizzato senza mezzi prosumer, un’opera non professionalmente impeccabile ma valida sul piano dell’impegno e del coraggio dimostrato.

PREMIO INCLUSIONE SOCIALE
“PERFECTION” I.C Taggia IMPERIA Basato su uno stile semplice ma diretto, attraverso un linguaggio preciso, si evidenzia un messaggio profondo sulla “diversità” che cattura e scalda il cuore.

PREMIO FICTION TEMA LIBERO
“LIB(e)RI” Scuola Superiore Scarpa Mattei di Verona ins. Dalla Valle
Consegna il premio Giacomo Bugliani Consigliere regione Toscana
La narrazione dell’opera scorre senza troppe distrazioni verso un finale fiabesco e sognante. Ottima la scenografia e lo studio di alcune sequenze statiche e dinamiche esercitate dalla macchina da presa.

PREMIO MIGLIOR CORTO
“Cristallo” Liceo Classico Minghetti Bologna ins. Iacondini
Consegna il premio il regista Luigi Parisi Presidente di giuria
Si nota uno spiccato senso fotografico e registico professionale, con inquadrature studiate e movimenti di macchina eseguiti secondo una grammatica esemplare del linguaggio cinematografico. Ottima anche la recitazione e la direzione degli attori.