News

“Il senso del ridicolo” al Circolo Fedic Vertigo di Livorno

Nelle sere comprese tra 27 e il 29 settembre, si è svolto presso la sala Enzina Conte del Centro Culturale Vertigo, sede del Circolo FEDIC di Livorno, uno dei tanti eventi della quarta edizione della manifestazione “Il senso del ridicolo”, Festival sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira; tre giorni di incontri, letture ed eventi sul tema dell’umorismo. La manifestazione è la seconda per importanza nella stagione culturale livornese, dopo Effetto Venezia.

Come nelle edizioni precedenti, la sala del circolo Vertigo ha visto la proiezione di tre lungometraggi. Quest’anno sono state scelti tre capolavori di Woody Allen: Prendi i soldi e scappa, Manhattan e Harry a pezzi, che testimoniano di altrettante stagioni della creatività di Allen, nel tempo in cui un’ingiustificabile censura è riuscita a mettere in ombra (speriamo solo momentaneamente) una stella di tale magnitudo. A parlare del caso-Allen è stata la scrittrice Nadia Terranova, sensibile ai temi della discriminazione sessista, come a quelli della libertà dal più cieco stigma sociale.

Per l’occasione, nella sala è stato inaugurato un nuovo proiettore con una qualità di immagine finalmente all’altezza della manifestazione. Rispetto alle due edizioni precedenti, si è avuto anche un notevole successo di pubblico che è affluito numeroso apprezzando l’organizzazione, coadiuvata dai giovani volontari provenienti dagli istituti superiori cittadini. Il Senso del ridicolo è un progetto di Stefano Bartezzaghi, che ne cura la direzione artistica in collaborazione con Chiara Chiappori. Dal prossimo anno il festival sarà esteso anche alle iniziative private di associazioni, circoli, enti e locali vari. La sezione cinema è a cura di Gabriele Gimmelli, redattore della rivista Doppiozero, membro del comitato direttivo di Imm@gine, periodico online dell’AIRSC (Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema). Collaboratore di Filmidee, scrittore per Moviement, Cenobio, Cinergie, Cineforum e Nuova Prosa.

Recentemente, insieme con Diego Marcon, ha realizzato un videosaggio sul cinema di Totò dal titolo La morte e il principe, presentato alla 70esima edizione del Festival di Locarno.

Sergio Brunetti