News

Paolo Micalizzi premiato con il “Carlo Rambaldi: Effetto Cinema”

“Per la continua e raffinata opera di ricerca e critica cinematografica, testimoni ideali del nostro tempo”. Con questa motivazione il 5 0ttobre ho ricevuto a Vigarano Mainarda (Ferrara), paese di origine del mago degli effetti speciali, il Premio “Carlo Rambaldi. Effetto Cinema” conferitomi dalla Fondazione Carlo Rambaldi che in quel Paese ha in fase di allestimento n Museo a lui dedicato. Oltre a me, hanno avuto questo prestigioso riconoscimento la giornalista e scrittrice Concita De Gregorio, il giovane attore Stefano Muroni, interprete di Don Minzoni nel film “Oltre la bufera” di Marco Cassini la cui anteprima si è svolta a Ferrara in questi giorni, la regista teatrale Maria Cristina Osti e Daniela Patroncini che presiede l’associazione di giovani artisti “Upstage Fico”.

Il conferimento di questo Premio ha per me un particolare valore perché è dedicato ad un Genio del Cinema che ho avuto l’onore di conoscere e con il quale ho avuto una lunga amicizia che mi ha consentito di organizzare alcune iniziative che lo avevano come protagonista. Il tutto ebbe inizio nel gennaio del 1977 quando fui invitato come giornalista(collaboravo, cosi come avviene tuttora, al Quotidiano “Il Resto del Carlino”) ad una cena in suo onore( aveva ricevuto da poco il primo Oscar per “King Kong”) organizzato dai suoi amici del Bar Eden di Vigarano Mainarda. Nell’occasione lo intervistai e l’articolo gli piacque e me lo comunicò con una lettera da Los Angeles, dove intanto era ritornato. Si stabilì tra di noi un’amicizia (mi telefonava anche quando in Italia erano le 2, le 3 del mattino, ora in cui lui era già nel suo laboratorio di Encino a realizzare quelle straordinarie creature che hanno sbalordito tutto il mondo) che mi portò ad organizzare a Ferrara alcune iniziative, allora per lui molto importanti: il conferimento nell’aprile 1982 del Premio al merito culturale intitolato ad Alberto V D’Este della Camera di Commercio , accompagnato da una Mostra documentaria di King Kong e Bufalo Bianco (del film “Sfida a White Bufalo”), la prima che si svolgeva in Italia. E nel gennaio 1984 il Premio Stampa, ed una Rassegna di sette suoi film al cinema “Manzoni”.

Importante è stata anche la Conferenza Stampa organizzata a Roma al Cineclub “Il Labirinto” con il coinvolgimento del Gruppo Critici Cinematografici. Intanto la sua presenza in Italia incominciava ad essere più frequente, invitato da organizzazioni culturali e da tante importanti trasmissioni televisive. L’ultima volta che lo intervistai fu nel settembre 2008 in occasione del conferimento del Premio Bacchelli a Ro ferrarese, luogo importante del suo capolavoro “Il mulino del Po”. Ricevere il Premio Carlo Rambaldi riveste quindi per me un importante premio alla carriera nell’ambito della cultura cinematografica alla quale, come è stato sottolineato nel corso della Cerimonia di premiazione, ho dedicato, e continuo a dedicare, la mia vita culturale. Aggiungendo alla presentazione della mia attività un ringraziamento “ per aver svelato la vera anima del nostro cinema, consegnandoci con ciò le chiavi di un patrimonio inestimabile”. C’è da essere veramente orgogliosi.

Paolo Micalizzi