Festival

FEDIC E BOOKTRAILER FILM FESTIVAL INSIEME PER LA SCUOLA

di Ilaria Copeta

La storia dell’incontro tra Fedic e il Booktrailer Film Festival del Liceo Calini di Brescia risale al 2011. All’epoca Fedic è un “gigante” nazionale che, dal 1949, diffonde il fare cinema attraverso la produzione e distribuzione di filmati e l’organizzazione di convegni, seminari, concorsi, rassegne, festival nazionali e internazionali. Da anni il suo impegno, di natura volontaria, è rivolto anche alle scuole per valorizzare la cultura dell’immagine. Il Booktrailer Film Festival è invece una piccola realtà scolastica in forte espansione.
All’inizio della sua storia, nel 2006, c’è un progetto di promozione della lettura che un’insegnante del liceo Calini di Brescia, Laura Forcella Iascone, propone alle sue classi nell’anno scolastico 2006-2007: perchéé non trasformare un libro in immagini per trasmetterne, attraverso il linguaggio del cinema, l’interesse? I primi esperimenti sono rudimentali, ma dimostrano la potenzialità del booktrailer che, tra letteratura, cinema e spot, proprio per la sua natura ambigua e molteplice, si può caricare di qualità artistiche e, nel contempo, convogliare informazioni importanti per chi ama leggere.

Il Teatro sociale di Brescia in cui si svolge la premiazione del Booktrailer Film Festival

Il progetto cresce rapidamente negli anni; diventa un concorso scolastico locale, si articola in un festival nazionale e dal 2016 sbarca in Europa, con il coinvolgimento di cinque paesi esteri. Attrae l’interesse di enti locali e nazionali, di Tv, di giornali e vede la presenza di scrittori, attori e registi di fama. Nato come esperimento locale, questo festival scolastico bresciano cresce, ma lo fa anche grazie ad azioni di rete tra la scuola e le associazioni che si occupano di cinema e della sua diffusione in contesti alternativi al circuito professionale; si comprende ben presto che gli studenti hanno bisogno di formazione e visibilità e che ogni singola iniziativa necessita di una rete virtuosa, per diffondersi.
Ma torniamo al 2011 perché è proprio a partire da quel momento che questa esigenza trova una risposta grazie ad Alessandro Casola, all’epoca genitore di uno degli studenti del Liceo e presidente del Cineclub Fedic Kinema di Brescia. Quest’ultimo propone la partecipazione di cinque studenti del Calini ad uno stage nazionale Fedic organizzato da molti anni da Roberto Merlino del cineclub Corte Tripoli Cinematografica di Pisa, alla presenza dello sceneggiatore Giacomo Scarpelli.

Gli studenti e l’insegnante del Liceo Calini Raffaella La Vena, insieme al Presidente del Cineclub Kinema di Brescia Alessandro Casola, in una foto di gruppo dei partecipanti allo Stage

Per il Booktrailer Film Festival questo segna l’inizio di una collaborazione con Fedic sempre più articolata e unita da una volontà comune; quella degli studenti di raccontare libri facendo esperienza di cinema e quella degli esperti ed autori Fedic di radicare il cinema e i suoi linguaggi nel territorio nazionale e nelle nuove generazioni.
E’ una visione comune quella tra Fedic e il Booktrailer Film Festival e corrisponde all’esigenza, da parte di quest’ultimo, di dialogare con gli addetti ai lavori del settore cinema che possano mettere la loro comprovata esperienza al servizio dei più giovani e all’esigenza della prima di trovare giovani interlocutori per diffondere la passione per il cinema e le sue pratiche.
La presenza della Fedic al Booktrailer Film Festival diviene più stabile grazie ad alcune figure che entrano a far parte del suo Gruppo di Lavoro.
Alessandro Casola diventa uno dei giurati del Festival, mentre Laura Biggi, presidente nazionale di Fedic Scuola, diviene membro del Comitato Scientifico del BFF.
Nel 2019 Fedic sarà ospite a Brescia, insieme al regista Silvio Soldini, sul Palco del Teatro Sociale, durante la serata di premiazione finale della 12esima edizione del Festival. È interessante notare come quell’anno in concorso ci sia anche un booktrailer, “La Scordanza” di Matilde Greco, esito del lavoro svolto nel cineclub di Diamante; la realizzazione di Booktrailer, cortometraggi in cui si ricrea un libro, diventa quindi interessante anche per i giovani autori Fedic.

Vincitori primo premio insieme al Preside del Liceo Calini di Brescia Marco Tarolli (a sin.), al regista Silvio Soldini e al Vice Sindaco Laura Castelletti

Nel 2018, grazie a Paolo Micalizzi, Lorenzo Caravello e Laura Biggi, gli studenti vincitori del Festival trovano modo di mostrare i loro lavori all’interno di una prestigiosa cornice, quella della Mostra del Cinema di Venezia, dove Fedic è presente dal 1993.
Il 6 Settembre 2018, alla 75esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, nello spazio del Forum Fedic, il BFF è quindi ospite e relatore: si presentano “Gli incubi di Hazel”, il Booktrailer vincitore della IX edizione alla presenza dei suoi giovani autori Greta Gozio e Isacco Bugatti e il polacco Madame, realizzato dal liceo di Nowy Targ in Polonia.
L’esperienza Veneziana verrà poi rinnovata il 5 Settembre 2019. Al Forum Fedic di quell’anno e’ la volta di Corpo ed Esercizi di stile i booktrailer vincitori della XII edizione insieme a “Milk and Honey”, Booktrailer selezionato per la serata di premiazione. Sono presenti i giovani autori, Elena Coccoli,Francesca ed Elisabetta Frassine, Francesco Tonoli e Laura Catalan.

Una visione della sala in cui si è svolto il Forum FEDIC 2020

I giovani autori dei booktrailer hanno avuto anche quest’anno la possibilità di partecipare al Forum 2020, nonostante le difficoltà legate, per tutti, alla situazione contingente. Il 10 Settembre, nella cornice dell’Hotel Excelsior, gli autori de “Il Giardino delle Farfalle” (di William e Maria Tallarico), “L’Occhio del Male” ( di Alessandro Gregori), “L’invenzione di Morel” (di Nicola Barsottelli) e “Blackwood Smart Project” (di Valentina Todeschi e Simone Franceschini) hanno avuto per il terzo anno consecutivo un momento di visibilità straordinaria, dimostrando come sia possibile, per dei giovani studenti, dialogare con realtà storiche per muovere i primi passi nel linguaggio del cinema.

Di seguito riportiamo alcuni dei loro commenti:

1-Maria Tallarico (autrice del booktrailer “Il Giardino delle Farfalle, vincitore del Primo Premio Nazionale BFF), Busto Arsizio
“Siamo orgogliosi di essere stati invitati a Venezia al Forum Fedic. È stata una grande occasione per poter dimostrare il nostro potenziale attraverso il booktrailer “Il giardino delle farfalle”, nonostante il poco tempo a disposizione e le difficoltà delle restrizioni Covid; per questo motivo ringraziamo Fedic per averci accolto all’Hotel Excelsior. Dopo la piccola grande vittoria del Booktrailer Film Festival, abbiamo intenzione di proseguire sulla strada del cinema e di creare prodotti multimediali originali e brillanti”.

2-Alessandro Gregori (autore del Booktrailer “L’Occhio del Male”, vincitore del Secondo Premio Nazionale BFF), Brescia
Lesperienza al Festival del Cinema di Venezia è stata, a nostro avviso, molto stimolante: entrare a contatto con registi in erba, e non solo, assistendo alla visione dei loro prodotti ha stuzzicato positivamente la nostra creatività e il nostro lato artistico.* In particolare sono stati molto interessanti i commenti degli stessi autori, attraverso i quali è stato possibile sviluppare unimmagine più completa dellintero lavoro

3-Valentina Todeschi (co- autrice del booktrailer “Blackwood Smart Project”), Brescia
“Il Festival di Venezia è stata una bolla fuori dal mondo che al contempo lha abbracciato tutto. Per una settimana io e altri studenti di cinema ci siamo affacciati su storie nuove e internazionali, che in assenza dellevento non avremmo mai conosciuto. La proiezione Fedic è stata la perfetta conclusione dellesperienza, unendo il fascino dellExcelsior a prodotti con contenuto.”

 4.Nicola Barsottelli (autore con la sua classe del booktrailer “L’invenzione di Morel”, vincitore del Premio Accessibilità BFF), Viareggio
“Noi, ragazzi della 3ª LAM Piaggia, non ci saremmo mai aspettati di finire al Forum “Corti d’autore” in Biennale a Venezia. È stata una bellissima esperienza che ci ha stimolato tantissimo nel continuare nel settore multimediale dando vita a nuovi progetti. È davvero bello che ci siano delle organizzazioni come quella della Fedic, di BookTrailerFilmFestival che danno l’opportunità e lo spazio ai giovani per partecipare a Festival legati al cinema permettendo loro di crearsi un buon percorso nel futuro, coltivando le proprie passioni. E’ stato emozionante entrare nella sala Rossa dell’Hotel Excelsior e pensare a quanti personaggi importanti avevano visto proiettare i loro corti lì….Anche la situazione di emergenza data dalla pandemia, che ci ha costretto ad usare le mascherine  tutto il tempo, non è riuscita a diminuire la nostra emozione”.