DELTA DEL PO - Lagosanto

 

Negli anni ‘80 fu istituito a Lagosanto il Centro di Produzioni Audiovisivi che ha rappresentato un elemento di notevole interesse sperimentale, in campo didattico e sociale. Nacque per la intraprendenza del Comune di Lagosanto, dalla spinta di insegnanti della Scuola Media ''A.Frank'', con l’appoggio del Provveditorato agli Studi ed il finanziamento rilevante della Regione Emilia Romagna. Partito da esperienze importanti nella scuola ha approdato in seguito alla produzione in proprio di filmati sul territorio e divenne uno dei servizi del Centro Culturale del Comune di Lagosanto, del Distretto Scolastico di Codigoro, del Provveditorato agli studi di Ferrara. I filmati prodotti in quegli anni ottennero importanti riconoscimenti e premi nazionali, rappresentarono ottimi esempi di didattica e di lavoro innovativo, crearono un clima collaborativo dentro e fuori dalla scuola su progetti pilota. Il Centro di Produzione Audiovisivi partecipò attivamente alle numerose iniziative programmate in ambito scolastico e rappresentò la Regione Emilia Romagna ad una edizione della Biennale del Cinema dei Ragazzi di Pisa. In convenzione con la FEDIC il Centro Produzioni Audiovisivi organizzò due Rassegne Nazionali di Audiovisivi ''Lagosanto dentro e fuori'' nel 1986 e nel 1988. Le due iniziative ottennero un notevole riconoscimento in campo scolastico e nel circuito dei filmakers a livello nazionale. Rispetto alle iniziative culturali e sociali della comunita' territoriale, il Centro di Produzione Audiovisivi, operò come centro di documentazione, effettuando le riprese dei principali avvenimenti locali e delle iniziative culturali del tempo. Il Cineclub Fedic Delta del Po è stato costituito nel 1991 dallo stesso gruppo di operatori culturali, con lo scopo di sviluppare e diffondere un’attività legata alla formazione intellettuale e all’arte cinematografica. . Durante questi anni di attività ha effettuato numerose iniziative, ha prodotto filmati, ha collaborato con la FEDIC all’organizzazione di due importanti manifestazioni cinematografiche: • nel 1992 “UNICA” incontro internazionale dei Cineclub a Lido Estensi, che ha visto la partecipazione di registi e attori giunti da oltre 30 nazioni. • nel 1993 “L’uomo e le acque” rassegna nazionale di film d’autore, a Comacchio. Le iniziative del Cineclub Fedic Delta del Po, per le quali è apprezzato e coinvolto dalle comunità locali, sono: 1. La creazione di una Banca Dati di tutti i filmati e delle produzioni che hanno interessato il territorio del Delta del Po, recuperando la memoria storica del territorio, salvando dall’oblio le testimonianze filmiche. 2. La produzione di film dei soci, essendo la produzione di cortometraggi uno dei motivi di vita del cineclub. 3. La promozione e l’organizzazione di iniziative culturali nel territorio. Il Cineclub collabora con i Centri Culturali, le Biblioteche, gli Auser, i centri di aggregazione, per favorire la conoscenza, lo stimolo alla discussione, far emergere la vivacità culturale, appassionare ai temi sociali e culturali, tramite il linguaggio e le forme del cinema, con apposite proiezioni e dibattiti. Programma Rassegne cinematografiche a carattere nazionale nel territorio, per le scuole e per i filmakers. Facilita scambi culturali nazionali ed internazionali, utilizzando il linguaggio audiovisivo come sistema comunicativo universale, perché confrontando i propri contenuti culturali con realtà di altre nazioni si favorisce il processo di integrazione europeo. Organizza Serate di cinema, di immagini e suoni, nelle quali oltre alla visione di opere e di reportage si possa discutere e trovare occasioni di scambio culturale. Realizza attività di Scuola di cinema, rivolto agli alunni delle scuole dell’obbligo, in collaborazione con le scuole e in orario extrascolastico. E’ presente nella Educazione permanente, in sintonia con la Legge Regionale 30 giugno 2003, n.12, (legge Bastico) Sezione V “Educazione degli adulti”, il Cineclub si propone come soggetto di educazione non formale, nell’ambito delle sue competenze e in accordo con gli Enti Locali, nelle Università del Tempo Libero.