Cineclub Fedic Piemonte - Torino

 

Il Cineclub Fedic Piemonte, da oltre sessant’anni, svolge un’attività produttiva, nel campo delle immagini, attraverso le opere di validi Filmmaker. Molti sono gli Autori che in tanti anni di attività si sono avvicendati partecipando a numerosi “Concorsi” e vincendo prestigiosi premi anche all’estero. Voglio ricordare, con le parole scritte in una lettera dal Socio e Amico Giuseppe Bertola, valido “cineamatore, fotografo e poeta” che, purtroppo, da alcuni anni ci ha lasciati, l’inizio della costituzione del nostro Cineclub nel lontano 1950. “Torino 14 ottobre 2002 CINECLUB PIEMONTE TORINO A Torino, ancora prima della costituzione ufficiale della FEDIC (27 luglio 1950), un ristretto gruppo di “cineamatori” nell’intento di costituirsi in associazione si riuniva regolarmente presso l’AGIS PIEMONTE in via Dei Mille 9 a Torino. L’atto costitutivo del CINE CLUB PIEMONTE porta la data del 22 settembre 1950: tra i soci fondatori spiccano i nomi di Maria Adriana Prolo (fondatrice del Museo Nazionale del Cinema), di Italo Carrone e degli “AFIAP” Onorato Isacco e Livio Fusco. All’atto stesso della sua costituzione il CINE CLUB PIEMONTE aderisce alla FEDIC. I primi anni di attività del Club, intensa ed entusiasta, registrano un crescente numero di soci: dai 95 soci del 1951 ai 130 soci del 1958. Il Club ha il suo distintivo creato dal pittore Roberto Bertola e realizzato dal socio Franco Tacconet. Nei vari consigli direttivi si sono avvicendati, oltre ai soci fondatori, A. D. Montalenti, i fotografi AFIAP G. Martinengo, F. Manassero, i registi S. Giacotto, G.M. Martino, Victor De Sanctis, nonché R. Radicati di Marmorito (segretario del Museo del Cinema), F. Borghetti, G. Zanetti, A. Fasoglio, G. Ribet, M.M. Beltramo, G. Perosino ed altri validi “cineamatori” e collaboratori.” Sono trascorsi molti anni da quei memorabili “tempi” e alcune generazioni si sono alternate, nello sviluppo delle attività del Cineclub, mantenendo intatto l’interesse per il cinema di coloro che ci hanno preceduto. Non posso dimenticare l’opera svolta da Teresa Borsotti, membro della Giuria Unica per tanti anni e frequentatrice assidua del nostro Cineclub finché la malattia non l’ha costretta a rinunciare alle diverse attività svolte dal Soci. Oggi, il nostro impegno produttivo e divulgativo della cultura cinematografica e dell’immagine digitale prosegue con grande entusiasmo grazie alle opere dei nostri Soci più attivi che ricordo essere: Lorenzo Fantoni, Pino Leto, Mauro Ressia, Giorgio Savio, Giorgio Sabbatini, Paolo Sabbatini, Sereno Tullio e Vivian Tullio. Scrivi a: giorgio.sabbatini@fastwebnet.it